Un pastore evangelista attacca le politiche a favore degli omosessuali di Microsoft

 

Per una volta, ed immagino in accordo con tutti voi, mi ritrovo a difendere la Microsoft, di solito tanto bistrattata dagli appassionati di computer. Questa volta, infatti, la polemica non riguarda le politiche commerciali della corporation di Bill Gates, nè i nuovi bug scoperti in Windows Vista; l’argomento in questione infatti sono i diritti degli omosessuali.
Quest’anno, la Microsoft ha apertamente sostenuto un disegno di legge sviluppato nello stato di Washington a favore dei diritti degli omosessuali, e l’azienda applica da molto tempo una seria politica contro le discriminazioni all’interno dei suoi uffici. A quanto pare il nobile impegno di Microsoft a sostenere la parità dei diritti per gli omosessuali non è andato giù al Reverendo Ken Hutcherson, un ex giocatore di football che ha militato nei Dallas Cowboys e che al momento giuda una numerosa comunità evangelista a Redmond, dove Microsoft ha la sua sede legale.
Il Reverendo, ritratto nella foto in basso, ha infatti minacciato Microsoft di diventare “il peggiore incubo” dell’azienda, annunciando che avebbe chiesto ai suoi fedeli di acquistarne le azioni in modo da poter controllare la politica della corporation. L’accanimento del signor Hutcherson è scaturito proprio dalle politiche a favore dei diritti degli omosessuali portate avanti da Microsoft, considerate un’eresia dal reverendo, noto per essere un fervente conservatore. La persona in questione, purtroppo, è un trascinatore di folle e gode di ottima reputazione presso i 3500 membri della chiesa di Antioch Bible, dove predica. A quanto pare inoltre Hutcherson cerca l’alleanza con altre comunità religiose notoriamente più conservatrici, come quella ebraica e qualla ortodossa, così da poter ottenere più facilmente il “controllo religioso” su Microsoft, una volta che il suo manipolo di azionari integralisti avrà acquistato la quota di maggioranza.
La battaglia si annuncia (fortunatamente) un’impresa disperata per il Reverendo, che dovrà combattere i 79.000 impiegati Microsoft e fare i conti con il bilancio della corporation, che prevede entrate per 25 miliardi all’anno; ma Hutcherson ha paragonato l’impresa a quella di Davide contro Golia e non intende demordere.

wmicro216.jpg

[tags]Ken Hutcherson, antioch bible church, chiesa, fede, religione, omosessuali, reverendo, gay, diritti degli omosessuali, microsoft, azioni, shareholders, integralismo religioso, fanatismo[/tags]

Студия Topodin, Составление заголовков (ТАЙТЛОВ, ДЕСКРИПТИОН, КЕЙ, Н1) на основание распределенных ключевых слов написание составляет для одной страницы 4 грн

2 pensieri su “Un pastore evangelista attacca le politiche a favore degli omosessuali di Microsoft”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *