The Graveyard Game: il gioco più triste della storia è ambientato in un cimitero

 

Quando giochiamo con un videogame di solito ci piace immaginare di essere potenti guerrieri bardati di splendenti armature, o soldati che combattono utilizzando le armi e la potenza di un esoscheletro. In alcuni casi diventiamo invece un talentuoso calciatore, in altri una creatura fantastica.
Di certo non capita tutti i giorni un videogioco nel quale si è costretti a vestire i panni di un’attempata nonnina in visita ad un cimitero.
The Graveyard Game, in italiano “il gioco del cimitero”, è un videogame pensato dallo studio belga Tale of Tales, fondato da Auriea Harvey e Michaël Samyn, due artisti che si propongono di creare “forme di intrattenimento interattivo eleganti ed emotivamente ricche”.

graveyard_scrn01.jpg
Questo gioco, decisamente unico nel suo genere, vi permette di interpretare il ruolo di una vecchina in visita al cimitero: potrete camminare tra le tombe, sedervi su di una panchina ed ascoltare una malinconica canzone. Come sostengono i suoi creatori, The Graveyard Game “è più un’immagine esplorabile che un vero e proprio gioco”.
Per 5 $ (3 €) potrete comperare inoltre la versione completa del gioco, che offre solo una feature in più: la attempata protagonista potrebbe morire in qualsiasi momento.
Da considerarsi decisamente il gioco più triste di tutti i tempi, The Graveyard Game è comunque un prodotto suggestivo ed elaborato di grande atmosfera. [via Boing Boing]

thegraveyardgame2.jpg

Но понятие доверенных веб-сайтов становится неактуальным — сегодня любую веб-политику можно с легкостью обойти с помощью веб-прокси topodin,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *