Archivi tag: fotografia

Shanghai: totem in bicicletta

 

Alain Delorme è un fotografo francese che si è trovato di recente a visitare Shanghai, la metropoli più popolosa della Cina. Esplorando la città, Alain è rimasto affascinato dalla abilità di alcuni degli abitanti del luogo nel bilanciare enormi carichi di merce e di oggetti di ogni genere sulla loro bicicletta.

totem in bicicletta

Le pile di peluche, le montagne di mobili e gli ammassi di scatole in queste foto possono essere paragonati a totem dell’era moderna, simboli di una città perennemente in costruzione e perennemente in movimento. L’essenza ultima del Made in China si riflette in questi acrobati della bicicletta che portano a spasso i loro totem usa e getta. [Designboom via The Daily What]


Trovi altre fotografie come questa su Toonest

д topodin, Пик активности интернет-магазинов в обработке обращений клиентов в группах ВК (34% ответов) наступает в период с 9 до 12 часов, когда с началом рабочего дня администраторы группы лихорадочно отвечают на вечерние и ночные вопросы

Arte con le cartucce delle stampanti

 

Tutti sappiamo, ormai, che le cartucce per stampanti andrebbero sempre riciclate. Quanti modi conoscete, però, di riciclarle? Faith Pearson ne conosce almeno uno più di voi.
L’artista in questione fa tesoro dei vecchi toner, ed invece di sbarazzarsene li usa per creare meravigliose opere d’arte e composizioni fotografiche di ispirazione cinematografica e fantascientifica.
Si va da una cupa versione di King Kong a surreali ponti di comando ed interni di astronavi, da Godzilla all’Enterprise di Star Trek, il tutto usando una manciata di cartucce usate e qualche action figure.
La prossima volta che non avrete voglia di riciclare una cartuccia fareste meglio a pensare al suo incredibile potenziale. [via io9]


Trovi altre fotografie come questa su Toonest

, Студия Topodin, На жаргоне это именуется копипастом, по сочетанию слов “copy” – копировать и ” paste ” – вставлять

Black and WTF: le fotografie d’epoca più assurde raccolte in un unico blog

 

Nell’immaginario comune la fotografia in bianco e nero è sempre permeata da un alone di serietà e compostezza. Le foto d’epoca, dove tutti sono in posa e con il vestito buono, trasmettono la solennità delle grandi occasioni e delle commemorazioni ufficiali.
Ma questa, ovviamente, è solo parte della verità. Come ai nostri tempi, anche in passato non mancavano i buontemponi, i creativi e gli strampalati che decidevano di farsi immortalare in situazioni divertenti e improbabili.

tumblr_krtzqihhkj1qa9b8ro1_500

Le foto d’epoca non sono solo ritratti di famiglia e immagini ufficiali: ce lo dimostra Black and WTF, il blog che raccoglie tutte le immagini in bianco e nero più assurde di un’epoca ormai lontana.
Surreali, insensate e molto spesso anche inquietanti, le foto in questione ritraggono donne in abiti impensabili, membri del Ku Klux Klan al parco dei divertimenti, bambini in compagnia di animali selvatici, marionette che fanno accapponare la pelle e squadre di basket naziste. Siete ancora conviniti che le foto d’epoca siano noiose e banali? [via Neatorama]

tumblr_krvldkhan41qa9b8ro1_500

tumblr_krvo586wpi1qa9b8ro1_400

Но понятие доверенных веб-сайтов становится неактуальным — сегодня любую веб-политику можно с легкостью обойти с помощью веб-прокси topodin,

PhotoSketch: il fotoritocco automatico

 

Quante volte vi siete trovati ad invidiare chi sa usare Photoshop e inonda il suo blog ed il suo profilo di Facebook di divertenti fotoritocchi? Non vorreste anche voi dare forma alle vostre idee in modo così efficace?
PhotoSketch è l’applicazione pensata per chi non ne sa nulla di fotoritocco: questo programma consente di creare composizioni fotografiche estremamente riuscite senza quasi nessun intervento da parte dell’utente. O almeno questo è quello che assicurano i suoi autori, Tao Chen, Ming-Ming Cheng, Ping Tan, Ariel Shamir e Shi-Min Hu del Dipartimento di Tecnologia e Scienze Informatiche dell Università di Tsinghua e dell’Università Nazionale di Singapore.
Ma come funziona PhotoSketch? Il video qui in basso vi chiarirà le idee. Innanzitutto le immagini usate per la composizione, e cioè uno sfondo ed oggetti in primo piano, vengono estrapolate dall’enorme database di fotografie reperibili online.

500x_barf2

Nel programma ogni elemento corrisponde di default ad un cerchio, ma l’utente può tracciare un contorno più preciso per facilitare la ricerca all’applicazione. La cosa importante per la buona riuscita della composizione, però, è inserire le chiavi di ricerca giuste nell’etichetta accanto ad ogni ogetto ed accanto allo sfondo, in modo da indicare a PhotoSketch che genere di foto cercare online.
Il sistema a questo punto scandaglia la rete in cerca degli elementi necessari per comporre l’immagine, filtrandoli con uno schema creato per scartare i risultati non rilevanti: confrontando la maggioranza dei risultati ed usando come riferimento anche la sagoma tracciata dall’utente, PhotoSketch elimina le foto inutili e seleziona una serie di candidati ideali da usare per la composizione finale, che vengono poi abbinati in base alla qualità dei colori e della luce.
Con le immagini così filtrate ed abbinate, PhotoSketch crea una serie di opzioni tra i quali l’utente può scegliere la più riuscita.
L’intero procedimento ha dello strabiliante, e proprio per questo ha suscitato non pochi dubbi in chi ha visto il video: PhotoSketch esiste davvero? Per il momento il sito dedicato all’applicazione è crollato sotto il peso delle troppe visite, ed a chi è una frana con Photoshop non resta che aspettare e tenere le dita incrociate. [via Gizmodo]

Для того, чтобы разработать новые стратегии заказывайте аудит сайта topodin,

Gli occhiali da sole che ti censurano la faccia

 

State per imbarcarvi in una vacanza che, lo sapete già, sarà all’insenga di divertimento e catastrofi? L’ultima volta che siete andati ad una festa vi siete ritrovati a comparire in foto imbarazzanti, che vi ritraggono in situazioni ben poco convenzionali? Se siete stanchi di veder circolare foto compromettenti che hanno voi per soggetto, avete due scelte: darci un taglio con la vita sregolata oppure correre ai ripari e trovare un modo per non essere riconoscibili negli scatti degli amici.
In vendita a 6.99 £ (8 €)
, gli occhiali da sole qui in basso sono progettati per un unico scopo: fare da censura.
Gli occhiali riproducono le barrette nere che indicano un’immagine censurata, e saranno perfetti per tutte le vostre foto compromettenti: seppure qualcuno dovesse riconoscervi, indossando questi occhiali dichiarerete apertamente la vostra volontà di restare in incognito. O per lo meno darete un tocco di autoironia alle terribili foto delle vacanze. [via Foolish Gadgets]

blackbarsa__41544

Поисковый трафик традиционно считается самым лучшим topodin, Не надо ждать мгновенного эффекта после момента старта продвижения Вашего проекта

L’arte di rovinare le foto degli altri

 

Confessate: chi non si è mai intrufolato nella foto ricordo di qualcun altro, trasformandola in uno sketch comico improvvisato? Se persino il nostro Presidente del Consiglio dimostra scarso pudore a riguardo, e ridicolizza foto ufficiali senza alcun rimorso, perchè non dovremmo dedicarci ad una simile attività anche noi?
Il fenomeno, d’altronde, è tanto diffuso e popolare in tutto il mondo che c’è chi ha pensato di raccogliere tutte le foto “dirottate” più originali in un blog: This is Photobomb.

tip-thief-of-drinks

Nudisti esibizionisti nelle foto in spiaggia o in piscina, volti inquietanti che spuntano alle spalle degli ignari soggetti, coppiette spudorate che si danno da fare sullo sfondo di una foto di gruppo e persino VIP con manie di protagonistmo… su Photobomb non manca proprio niente.
Il sito chiede ai lettori di inviare le loro personalissime fotobombe, incoraggiando quello che sembra essere ormai un trend in crescita. Quest’anno, in vacanza, fate attenzione e guardatevi bene intorno prima di scattare una foto ricordo.

tip-wolfinsheepsclothing-500x375

Этот же инструмент способствует росту продаж, являясь местом для совершения онлайн-покупок Topodin, В этом случае сотрудники отдела свяжутся с Вами, и уточнят поставленную задачу

La foto non c’entra niente: il blog che colleziona immagini assurde

 

Non vi è mai capitato di imbattervi online in una foto davvero indescrivibile? Vi è mai arrivata una mail contenente il ritratto di qualche individuo fuori dalla norma? Avrete presenti, allora, quelle immagini senza senso di cui nessuno conosce la provenienza e che fanno in pochi giorni il giro della rete. Queste immagini sono tanto numerose, a quanto pare, che è arrivato il momento di raccoglierle in un blog.

wtf_pics-fireman.jpg

The Picture is Unrelated, in italiano “la foto non c’entra niente”, è nato da poco più di un mese ma è già un successo: questo blog colleziona immagini particolarmente improbabili (un paio di esempi accompagnano questo articolo), e lascia ai lettori il piacere di commentarle.
Individui seminudi o in tutine imbarazzanti, elaborate scenette senza senso, eventi e manifestazioni dai rituali incomprensibili: su questo blog troverete tutte le fotografie più assurde che la rete ha da offrirvi.

wtf_pics-movie-magic.jpg

Стоимость услуг сервиса Сеопульт – 10% от стоимости ссылок topodyn.com: Рассчитать стоимость Продвижение как исскуство или почему МЫ Продвижение сайта, раскрутка сайта

I magneti per foto ritoccate

 

Siate sinceri: quante delle foto più recenti che sono appese alle pareti di casa vostra hanno subito qualche piccolo, innocente ritocchino? E d’altro canto, che male c’è? L’enorme popolarità do software come Photoshop ha trasformato radicalmente le foto ricordo di milioni di famiglie, regalando alla mamma qualche ruga in meno, togliendo un pò di ciccia alla sorella e infoltendo i capelli del papà.
Se, come molti altri, anche voi siete colpevoli di questa piccola ed innocua disonestà, perchè non ammetterlo apertamente? Perchè non scherzarci su, persino?
L’idea è dello studio brasiliano Meninos, che ha di recente messo in vendita la meravigliosa bacheca per foto qui in basso, ispirata ad i due grandi colossi della Adobe: Photoshop ed lllustrator.

illustrator_photo_board_w.jpg

Le foto andranno fissate alla bacheca in questione grazie a magneti a forma di palette degli strumenti, finestre dei colori e delle azioni, pannelli di selezione dei pennelli ed altri pezzi di un’interfaccia, insomma, che tutti gli utilizzatori abituali dei programmi in questione riconosceranno con facilità.
Le calamite riproducono l’interfaccia di Photoshop ed Illustrator CS3 in ambiente Mac OS X, e sono già preordinabili online a prezzi che variano dai 65 ai 95 $ (dai 50 ai 75 € circa), a seconda delle dimensioni della bacheca. E’ possibile inoltre acquistare i magneti indipendentemente dalla bacheca. [via Technabob]

photoshop_illustrator_magnets.jpg

Кроме того, это способствует быстрой индексации сайта поисковыми системами, и, следовательно, ускоряет достижение результата работ по внутренней оптимизации, «топодин и партнеры»: Продвижение сайта подарков Продавайте больше за счет естественного притока целевых посетителей на вашем сайте