Archivi tag: droga

Cosa succede ai gatti quando si drogano con l’erba gatta?

 

Cos’è l’erba gatta? E’ vero che i gatti la usano proprio come noi esseri umano facciamo uso a volte di sostanze ricreative? Ha gli effetti di una droga? Cosa scatena questo istinto nei felini?
Il video qui in basso da qualche risposta a queste domande, e ci mostra un piccolo spaccato su quella che per i gatti sembra essere una vera e propria dipendenza da sostanze stupefacenti.
Dopo il video la traduzione. [via Laughing Squid]

Anche gli animali più familiari si lasciano andare a strane abitudini. I gatti di tutto il mondo sono irresistibilmente attratti da una pianta all’apparenza insignificante: in presenza dell’erba gatta fanno cose inaspettate. Non si limitano a mangiarne i fiori ma si strofinano anche contro le foglie, le odorano e le masticano.
I gatti sono stranamente dipendenti da questa pianta piuttosto diffusa,tornano più e più volte per una dose del suo intenso odore: i suoi olii aromatici li rendono vivaci e giocherelloni.
Via via che scivolano più a fondo nella sua influenza il comportamento dei gatti cambia in altri strani modi: non solo rotolano tutto intorno come se fossero in estasi, ma provano anche a cacciare topi immaginari.
Questo strano comportamento è causato da sostanze chimiche simili a quelle presenti nell’urina dei gatti maschi, e fa agire le femmine in modo provocatorio.
Stranamente però, l’erba gatta ha effetto su entrambi i sessi, tanto che i gatti addirittura ereditano questa sensibilità, e tre su quattro ne sono affetti in qualche modo.

Прежде чем приступать к конкретным действиям — будь то заказ услуг SEO-компании или самостоятельная раскрутка сайта — нужно: определить, чего именно вы хотите достичь и для чего вы начинаете продвижение TopOdin Studio

iSnort: la peggiore applicazione per iPhone mai creata

 

Le applicazioni per iPhone ormai non si contano più: si va dai più stravaganti giochi musicali alle applicazioni religiose, dai programmini a tema alcolico a quelli semplicemente troppo stupidi perchè non se ne parli, proprio come iSnort.
iSnort, che in italiano potremmo tradurre con iSniffo, è un’applicazione non ufficiale per iPhone che permette a chi la installa di simulare i gesti con cui si prepara e si sniffa una dose di cocaina.
L’applicazione, che immagino abbia come target quei teenager che credono ancora che esibire interesse per le droghe sia considerato popolare, è in vendita a 5 $ ed ovviamente non arriverà mai nell’AppleStore. A giudicare dal video qui in basso, inoltre, iSnort è piuttosto realistico: osservate con quanta facilità il protagonista del filmato si prepara una striscia di coca e la sniffa, per poi mostrarci il commento sullo schermo dell’iPhone, che recita “I can’t believe it’s not cocaine” (non riesco a credere che non sia cocaina). [via Gizmodo]

Оптимизация кода под поисковики стандартам W3C topodin, Добавьте в этому приятным дизайн сайта, удобную навигацию, качественный контент – продавайте, продавайте, продавайте… Цена раскрутки сайта зависит от множества факторов, первый из которых конкурентность тематики – чем выше, тем дороже

La marijuana di peluche

 

Tutti abbiamo un amico particolarmente fissato con l’iconografia rastafariana, la musica reggae e qualsiasi ninnolo, capo di abbigliamento ed accessorio che esibisca la foglia di marijuana. Se l’ossessione di tale individuo è particolarmente grande, probabilmente costui ormai non avrà molti amici disposti a condividere una passione tanto forte.
Highdy è il compagno ideale per questa categoria di persone: chi meglio di una foglia di marijuana potrà comprendere le esigenze e gli interessi di chi sogna tanto intensamente la Jamaica?

3281075638_d07052c690_o.jpg

Highdy è, come potete vedere, un’adorabile foglia di marijuana di peluche: il regalo ideale per tutti gli “estimatori” di questa pianta e delle sue interessanti proprietà.
Questo peluche è frutto della collaborazione dei designer di Purple Flavor e dei creativi del The Cut and Sew Project, è distribuito da DKE TOYS e costa 20 $ (circa 15,50 €). [via Nerd Approved]

3280245775_1f8618a38f.jpg

Предоставлять им информацию, Оптимизация конверсий, Изменение тарифов Транспортная компания «Байкал-Сервис» сообщает об изменении тарифов на перевозку сборных грузов автомобильным транспортом по сети автофилиалов с 18 октября 2013г

Arrestati: vendevano peni finti per aggirare i test antidroga

 

Quello ideato da George Wills e Robert Catalano era il sistema più efficace per superare senza problemi test antidroga e controlli di sicurezza. Ma tutte le cose belle prima o poi hanno una fine, e la coppia di imprenditori è di recente finita in tribunale a causa della sua idea: il Whizzinator.
Come funziona, dunque questo geniale e malvagio strumento? Il Whizzinator altro non è che un pene prostetico che permette di falsificare qualsiasi test delle urine:

Il Whizzinator è la soluzione definitiva quando si tratta di superare un drug test”, veniva spiegato sul sito ufficiale della compagnia: “Il pene prostetico è estremamente realistico ed è semplice nasconderlo, mentre i nostri materiali di qualità e l’ottima fattura assicurano di poter usare Whizzinator tutte le volte in cui ne avrete bisogno“.

Il dispositivo, in grado di emettere a comando urina artificiale, veniva venduto ormai da tempo, ma solo adesso, dopo tre anni di intensa attiivtà commerciale, i due affrontano una accusa che portrebbre costare loro fino a 500.000 $ di multa. Insomma, mi dispiace, ma siete a giuti a conoscenza di questo trucchetto quando è ormai troppo tardi. [via Boing Boing]

c939baa5f2465ec31b3c3585ce142aee.jpg

Особенности оптимизации сайта под Яндекс Раскрутка сайта в Яндекс, также как и в любых других поисковых системах, включает в себя 2 этапа: 1й – Что необходимо сделать для внутренней оптимизации сайта продвижение сайта в яндексе и гугле: Продвижение сайта по трафику Трафик &#8211, это поток посетителей на сайт

Il bong a forma di maschera antigas

 

Sono sicura che non avete bisogno che vi spieghi cos’è un bong: la famosa pipa ad acqua ormai in giro da decenni che permette di inalare grandi quantità di fumo con pochi “tiri”.
Gli appassionati lo sanno: esistono bong di qualsiasi forma, colore e dimensione, e non sono pochi quelli a cui piace collezionare ed esibire questo genere di ageggi.
Probabilmente alcuni di voi crederanno di averle viste proprio tutte quando si parla di pipe ad acqua, ma sono sicura che il bong a forma di maschera antigas messo in vendita da Drinking Stuff lascerà a bocca aperta anche loro.
In vendita a 49,99 $ (34 €), questo accessorio non solo proclamerà a gran voce la vostra estrema originalità, ma vi permetterà di non sprecare nemmeno una minima parte di qualsiasi sostanza abbiate l’abitudine di fumare.
La mascherà è in materiale acrilico, con una ciotolina di metallo nella parte finale, ed è dotata di una valvola per il ricircolo dell’aria e di cinghie regolabili. Solo per veri appassionati. [via Nerd Approved]

ds14121_img.jpg

Как я вижу человека, как эксперта в SEO? Если этот человек даже на 1% знает больше о SEO, чем я – он эксперт для меня, Студия Topodin, Состав систем семейства и информационных банков

iDoser: non funziona

 

Ormai ne hanno sentito parlare anche i muri: su internet ci si può drogare gratis. Mi riferisco, ovviamente, alle temibili droghe sonore di cui i media hanno vagheggiato tanto in questi giorni, delle frequenze audio tra i 3 ed i 30 Hertz che pur se non avvertite dall’udito umano sarebbero percepite dal cervello, nel quale innescherebbero particolari reazioni assimilabili agli effetti di una droga vera e propria.
Online sono disponibili “dosi” di tutti i tipi, dall’alcol all’oppio, dagli allucinogeni ad una presunta cura per i postumi da sbornia, passando per morfina, cocaina, metanfetamina e tutte le sostanze illegali più popolari del nostro secolo. Ovviamente questi file, dalla suggestiva estensione .drg, promettono gli stessi effetti delle loro controparti reali, per un prezzo decisamente inferiore e con conseguenze meno drammatiche.
Il software usato per “drogarsi” (continuate a leggere e vi spiegherete perchè questi termini sono usati tra virgolette) è l’iDoser, ed i file .drg sono reperibili online a pagamento. Ma chiunque abbia un minimo di familiarità con internet può procurarsi centinaia di dosi gratuite in pochi minuti.
Come resistere alla tentazione? Noantri (e per la precisione la sottoscritta, sempre felice di fare da cavia) ha deciso di testare di persona questo genere di “stupefacenti”. In fondo, ci siamo detti, in Italia la Guardia di Finanza sta già indagando sul fenomeno, quindi forse qualcosa di vero ci sarà.
Ho seguito tutte le istruzioni ed i consigli disponibili online, visto che a quanto pare non basta semplicemente riprodurre il file, ma occorre creare anche l’atmosfera giusta: bisogna usare degli auricolari di discreta qualità ed ascoltare la “dose” per intero, al buio e possibilmente sdraiati e rilassati.
Ho scelto l’oppio, qualcosa di non eccessiamente forte ma neppure assimilabile ad una droga leggera, ma al contempo una sostanza stupefacente senza potenziali effetti allucinogeni, insomma l’ideale per un test di prova.

hypnotoad-1.gif

Il risultato? Rivoglio indietro l’ora della mia vita che ho sprecato con iDoser: non solo non ho percepito il benchè minimo effetto, ma mi sono anche annoiata a morte.
Ma entriamo nel dettaglio: il suono riprodotto è monotono ed estremamente irritante, le dosi hanno una durata interminabile che varia dai quaranta minuti al’ora, e per via del fastidio provocato dal rumore non si riesce neppure a prendere sonno, nonostante la noia.
Sono convinta che ci si possa rilassare più facilmente ascoltando musica new age, o che si possano percepire alterazioni di coscienza più credibili ballando musica trance. In sostanza gli inventori dell’iDoser si aspettano che ci si sballi con la forza del pensiero.
Mi immagino le decine di genitori che avranno già sequestrato le cuffiette ai figli, gli insegnanti preoccupati di fronte ad uno studente troppo affezionato al suo iPod, e la Finanza che invece di cercare cd piratati indagherà sui casi di audio droga. Tutta fatica sprecata, cari i miei lettori: droghe online, gratuite e senza effetti collaterali? Andiamo, è troppo bello per essere vero.
A dare ulteriore credito al fenomeno ci sono i filmati che decine di teenager caricano su YouTube, video che li mostrano mentre sono “fatti”. A volte invidio chi è in grado di avvertire uno stato di coscienza alterato solo grazie alla magica forza della suggestione; di certo però questo tipo di atteggiamento non farà che contribuire alla demonizzazione di internet e delle risorse che offre.
Ci aspetta una nuova era di proibizionismo virtuale o questo polverone sfumerà in pochi giorni? E voi? Avete provato una “dose audio”? Quali sono le vostre impressioni a riguardo? [grazie a Frida e Riccardo]

i-doser.jpg

Если Вы с любовью будете раскручивать свой сайт, он непременно будет популярен top odin техническая поддержка сайта top odin: Веб студия FDS Компания Fortune Design Studio присутствует на рынке г