Pechino: le pattuglie virtuali controllano i siti vietati

 

Il 28 Agosto il corpo di Polizia di Pechino ha dato la notizia ufficiale che il web verrà pattugliato nel senso stretto del termine: attraverso due personaggi animati, raffiguranti degli ufficiali in bici ed in auto, la polizia cinese avviserà ogni mezz’ora i naviganti di stare lontani dai contenuti web illegali.
Inizierà tutto dai tredici portali più noti ed utilizzati in Cina, ed entro la fine dell’anno qualsiasi sito registrato sui server di Pechino dovrà subire l’ingerenza dei poliziotti cartoon. Come molti di voi ben sapranno, le politiche telematiche cinesi sono estremamente severe e tutti i siti ed i contenuti web ritenuti minacciosi o illegali dal partito comunista al governo vengono sorvegliati attentamente. I poliziotti virtuali che gli utenti web cinesi si vedranno comparire davanti servono come promemoria, a ricordare loro di questo attento monitoraggio da parte del governo.
Se gli utenti cliccheranno sui due personaggi in divisa, verranno indirizzati al sito delle autorità cinesi in materia telematica, dove potranno richiedere aiuto ed assistenza (che gentili, eh?).
La Cina, che è al secondo posto nel mondo per quanto riguarda la popolazione di utenti telematici, è solita chiudere siti illegali nel proprio paese ed oscurare moltissimi siti realizzati all’estero considerati offensivi o non in linea con le politiche del partito. Entro due anni la popolazione cinese sarà quella con il più elevato numero di naviganti, e mi viene da chiedermi quanto a lungo queste politiche di censura potranno durare e se riusciranno a tenere testa allo sforzo di tanti cervelli coalizzati.
Sono in progettazione nuove immagini ed animazioni sull’argomento, ed i suggerimenti dati dai poliziotti virtuali verranno aggiornati con costanza.
Non solo siamo di fronte ad un caso grottesco di pesante censura e di violazione di diritti umani fondamentali come la libertà di parola e di informazione, ma assistiamo anche ad un caso di spam violento: non riesco a pensare a niente di più invadente ed odioso di questi due stupidi (ed orribili) personaggi che mi camminano sullo schermo, gongolanti nell’adempiere il proprio dovere.

capt_bej10508281134_china_web_police_bej105.jpg

[tags]cina, china, pechino, beijing, censura, censorship, patrol, pattuglia, cartoon, web, obscured, oscurato, illegal, site, sito, illegale, governo, sicurezza pubblica, spam[/tags]

Драйверы — поведенческие проявления сценарных посланий от реальных родителей к ребенку (см, Студия Topodin, Подписывается договор, якобы начинается работа

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *