Murales in 3D

 

Trompe l’oeil significa in francese “ingannare l’occhio”, e questa espressione viene usata in riferimento ad immagini estremamente realistiche, di solito di natura pittorica, che riescono a creare l’illusione ottica che quanto dipinto sia in tre dimensioni anzichè una figura bidimensionale.
John Pugh è un maestro di quest’arte ed ama, per di più, lavorare piuttosto in grande.

article-1187338-05152f70000005dc-180_964x648

Date un’occhiata al murales qui in alto, ad esempio: dipinta ad Honolulu, nelle Hawaii, questa enorme opera d’arte è stata realizzata nell’arco di otto mesi (due dei quali utilizzati solo per la fase di progettazione), ed è stata dipinta da Pugh con l’aiuto di ben 11 altri artisti.
Protagonista del trompe l’oeil è Lili’uokalani, ultima regina hawaiana, raffigurata assieme a Duke Kahanamoku, padre del surf. Mentre l’artista stava completando l’opera, la gigantesca onda dipinta ha attirato l’attenzione di un gruppo i pompieri di passaggio, che hanno fermato il camion nel bel mezzo del traffico per correre in aiuto dei bambini alla base del dipinto. Solo a pochi metri dal murales si sono resi conto di essere stati vittime di un’illusione ottica, e sono scoppiati a ridere.
Riuscire ad ingannare persino i pompieri deve essere stata una gran bella soddisfazione per John Pugh, ma i riconoscimenti non finiscono qui, perchè l’artista ha dipinto opere in tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Nuova Zelanda, e la reazione dei passanti è sempre la stessa: chiunque rimane a bocca aperta. [via DailyMail grazie Daniele]

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.


Trovi altre fotografie come questa su Toonest

Но в таком случае раскрутка сайта, цена которой существенно возрастет, может стать попросту коммерчески невыгодной topodin, Группа со ссылкой на сайт организации

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *