L’uomo che vuole sposare un manga

 

Tutti ci siamo infatuati, almeno una volta nella vita, di un personaggio immaginario, fosse questi il protagonista di un film romantico, l’eroe di un romanzo o persino il personaggio principale di un fumetto.
Se la maggior parte di noi non coltiva questo genere di attrazione, esistono persone che hanno, a quanto pare, alcune difficoltà a distinguere la fantasia dalla realtà e non riescono ad evitare di innamorarsi di personaggi immaginari.
E’ il caso, ad esempio, di Taichi Takashita, che ha di recente lanciato una petizione online con la quale intende raccogliere un milione di firme e chiedere al governo giapponese una nuova legge sulle unioni coniugali, pensata per consentire agli esseri umani di sposare i manga.
Il protagonista di questa curiosa vicenda ha dichiarato: “Non mi interessa più il mondo a tre dimensioni, mi piacerebbe persino risiedere nel mondo bidimensionale. Ma questo non sembra possibile con le tecnologie moderne, quindi sarebbe possibile sposare legalmente un personaggio a due dimensioni?”
Che si tratti di una seria dichiarazione di intenti, o di uno scherzo di qualche burlone pensato per ironizzare sulla situazione di molti giovani otaku giapponesi, l’impatto sociale che ha avuto la petizione non va sottovalutato: nell’arco di una settimana, Taichi ha già raccolto più di 1.000 firme online, e molti giapponesi si rispecchiano alla perfezione nelle richieste della petizione.
“Per molto tempo sono riuscito ad innamorarmi solamente di persone bidimensionali, ed al momento c’è qualcun che amo davvero”, dichiara un otaku che ha offerto la sua firma per questa causa: “anche se si tratta di un personaggio immaginario, vuol dire comunque che amo qualcuno. Vorrei che questo sistema venisse approvato legalmente ad ogni costo”. [via Geekologie]

captcpsobe72301008071744photo00photodefault-512x341.jpg

topodin, Естественно, что если вы все делали правильно, то блог начал развиваться и подниматься еще в разы быстрее и прибыль ваша с ведения блога стала еще больше

2 pensieri su “L’uomo che vuole sposare un manga”

  1. ok, anche a me piaceva, ad esempio, il bel tenebroso Marzio del cartone Sailor Moon ma non per questo ho mai pensato di volerlo sposare. Solo i giapponesi possono pensare certe cose…

     
  2. Io ero cotta di Devilman e tutt’ora sono un’appassionatissima di fumetti, ma da qui ad avere l’idea di legarsi per la vita (quando va bene) ad una fantasia…

    Continuo a trovare la prospettiva un tantino patetica.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *