Lo smile compie 25 anni :-)

 

Questo mercoledì si è festeggiato l’anniversario delle origini del lessico elettronico: due punti, un trattino ed una parentesi hanno rappresentato, venticinque anni or sono, la prima nuova forma di comunicazione introdotta dalla rete. Stiamo parlando della prima delle emoticones, le faccine che tutti noi siamo soliti inserire nelle nostre e-mail, nelle discussioni in forum e negli sms.

smiley.gif

La prima emoticon fu infatti usata dal professor Scott E. Fahlman su una bacheca online della Carnegie Mellon University alle ore 11:44 del 19 Settembre 1982, durante una discussione sui limiti dello humor virtuale e sui metodi per indicare che un certo commento dovrebbe essere preso alla leggera piuttosto che seriamente. “Propongo ai burloni la seguente sequenza di caratteri: :-)”, scrisse Fahlman,”Leggetela di traverso”. Ecco nascere sotto gli occhi di tutti il metodo più efficace per trasmettere sentimenti e significati, tanto efficace da diffondersi presto dal campus della Carneigie Mellon University a numerose altre università statunitensi, fino a guadagnare popolarità mondiale.
Da allora infinite variazioni della prima emoticone sono state create, dall’occhiolino alla lacrima, fino ai conati di vomito; le “smiley faces” sono diventate tanto comuni che buona parte dei programmi di messaggistica istantanea e dei cellulari le “converte” ormai automaticamente in immagini dallo stesso significato (ora che le connessioni veloci ci permettono di non preoccuparci più del peso di immagini da pochi kilobyte).
“E’ stato affascinante osservare questo fenomeno trasformarsi da un insignificante messaggio che ho buttato lì in dieci minuti a qualcosa che si è diffuso in tutto il mondo”, ha dichiarato il professore, “Certe volte mi chiedo quanti milioni di persone hanno digitato questi caratteri e quante hanno inclinato la testa per vedere un sorriso, ora che sono passati 25 anni”.

pagp103.jpg

[tags]smile, smiley face, emoticones, anniversario, web, comunicazione, communication, faccine, Scott E. Fahlman, università, internet[/tags]

Стоит обратить внимание на практическое отсутствие дорвеев (Doorway – сайт низкого качества, рассчитанный на привлечение посетителей с поисковых систем, путем использования методов черной оптимизации) в Яндексе, что так же подтверждает высокое качество поисковых алгоритмов Яндекса, E-commerce В ТОП ОДИН: Cпектр услуг для продвижения в поиске, Прайс-Аудит О НАС Аудиторская фирма «Прайс-аудит» работает на рынке аудиторских, консалтинговых, юридических услуг с мая 1995 года

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *