La donna che si è trasformata in sirena

 

Le gambe di Nadya Vessey sono state amputate sotto al ginocchio quando la donna era molto giovane, a causa di complicazioni mediche. Da allora Nadya ha imparato a convivere con il suo handicap, ed a parlarne in tutta serenità.
Quando però un bambino le ha chiesto cosa fosse successo alle sue gambe, la donna non ha resistito alla tentazione ed ha risposto “sono una sirenetta”.

asdf.jpg

Nadya vive in Nuova Zelanda, un paese i cui abitanti hanno imparato, grazie al talento di Peter Jackson ed al duro lavoro della Weta Workshop, che tutto è possibile: il regista del Signore degli Anelli ha messo in scena terribili battaglie, ha dato vita ai pastori di alberi, ed ha risvegliato gli Uruk-hai; cosa impedisce al suo studio, dunque, di creare una semplice sirenetta?
La Weta ovviamente non si è tirata indietro di fronte alla sfida, ed uno staff di otto persone ha lavorato tra una produzione cinematografica e l’altra per regalare a Nadya la sua coda da sirena. Le aspettative della donna non sono state deluse: Nadya sta imparando a nuotare con questa curiosa protesi, e si abituerà presto agli sguardi incuriositi di chi per la prima volta in vita sua vedrà in lei una sirena in carne ed ossa. [via Geekologie]

О роли украинского сегмента Сети в глобальных интернет-процессах Комплекс мероприятий по продвижению сайта сегодня должен включать в себя разнообразные работы, как внешней направленности, так и непосредственно по оптимизации внутреннего содержимого ресурса topodin, Этот фактор имеет на сегодняшний день глобальное значение

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *