Il merchandising di Guerre Stellari che non è mai arrivato sul mercato

 

Guerre Stellari è la saga cinematografica più popolare al mondo ed ha incantato generazioni di ragazzi appassionati di fantascienza e di effetti speciali. Ovviamente il ciclo di Star Wars, con un intero universo di strani pianeti e curiose creature alle spalle, offre spazio a possibilità di merchandising pressochè infinite, e negli anni migliaia di gadget, accessori, giocattoli e prodotti audiovisivi sono stati dedicati alla famosissima serie di film creati da George Lucas. Ovviamente altrettanto numerosi sono i prodotti che non hanno mai visto la luce.
Le immagini qui in basso raffigurano per l’appunto alcune delle idee di Jason Geyer e del suo team, per la precisione le idee rifiutate dalla LucasArt e mai messe in produzione.
Non so voi, ma io sarei disposta a pagare prezzi salatissimi pur di possedere alcuni di questi oggetti. [via Gizmodo]

atatcaddy.jpg

I comodino a forma di AT-PT, la creatura meccanica con quattro arti utilizzati dal malvagio Impero come potenti arma.
gametrophies.jpg

Curiosi trofei di caccia raffiguranti alcune delle bizzarre creature disseminate nella Galassia Lontana Lontana.
dsgrill.jpg

La griglia per la carne a forma di Morte Nera, la potentissima arma dell’Impero Galattico con la quale viene distrutto Alderaan, il pianeta della Principessa Leila. L’ideale per un barbecue che faccia invidia anche a Dart Fener.
hanfridge.jpg

Un piccolo frigo che raffigura Ian Solo, il leggendario pilota del Millennium Falcon, intrappolato nella grafite come ce lo ricordiamo nel quinto episodio della saga: l’Impero Colpisce Ancora.
jabbachair.jpg

La poltrona pouf che ricalca le fattezze della creatura più grassa dell’intero Universo conosciuto: Jabba the Hutt.
leiaphones.jpg

Le cuffie ispirate alla tanto famosa quanto improponibile pettinatura della Principessa Leila Organa, leader della ribellione contro l’Impero.
vadergumballs.jpg

Il distributore di gomme da masticare che riproduce le inquietanti fattezze del cattivo dei cattivi: Lord Dart Fener.

SEO оптимизация – 6 классических рекомендаций для первоначального продвижения Перед тем, как проводить « внешнюю оптимизацию сайта (регистрация в поисковиках и т topodin, Ему предстоит изучать тему, подбирать слова, компоновать их воедино, одним словом – творить

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *