Censura: prova internet come la vedono in Cina

 

Che la Cina si preoccupi di monitorare attentamente i suoi cittadini quando sono online e che censuri apertamente la libera informazione non è certo una notizia recente. Ma vi siete mai chiesti come sia internet quando viene navigata dall’altra parte della Grande Muraglia?
Per i più curiosi di voi esiste un plugin di Firefox pensato per permettere a chiunque di sperimentare in prima persona la rigida censura cinese: China Channel filtra la vostra connessione attraverso un indirizzo IP cinese, e vi trasforma in una delle tante vittime della censura del gigante asiatico.
Provate a cliccare su un sito vietato e proverete la frustrazione di essere bloccati senza poter navigare per 15 minuti, provate a cercare informazioni su piazza Tiananmen o sulla difficile situazione del Tibet e verrete bloccati di nuovo. Sperimentate, insomma, sulla vostra pelle le esasperanti ingerenze di un governo che esercita il controllo assoluto sulle libertà dei suoi cittadini.
Per ottenere indietro la vostra libertà vi basterà chiudere e riaprire il browser, un lusso di cui purtroppo chi vive in Cina non può godere. [via MAKE]

chinachannel.jpg

Un pensiero su “Censura: prova internet come la vedono in Cina”

  1. “Provate a cliccare su un sito vietato e proverete la frustrazione di essere bloccati senza poter navigare per 15 minuti”

    Con le connessioni telecom che abbiamo in itaglia mi pare che i cinesi se la passino assai meglio di noi che, invece, siamo frustrati per l’impossibilità di navigare anche per 2 settimane filate!!
    E senza cercare informazioni su nessuna piazza.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *