Archivi tag: bambini

Bambini e marshmallow

 

Il divertente video qui in basso, che non mancherà di strapparvi un sorriso, documenta il cosiddetto “esperimento marshmallow“: gli autori del video hanno rimesso in atto un noto test creato da Walter Mischel per l’Università di Stanford, nel quale ad un gruppo di bambini di quattro anni viede offerto un marshmallow con la promessa che, se non lo mangeranno subito, potranno riceverne un secondo a breve.
Il test in passato ha dimostrato che i bambini in grado di aspettare il secondo marshmallow sono poi considerati studenti più promettenti ed adulti più responsabili, ma non è affatto su questo che intende attirare l’attenzione il video in basso. Il filmato, infatti documenta piuttosto le meravigliose reazioni di ogni bambino di fronte a quella che sembra un’attesa interminabile. C’è chi si concede almeno di odorare il marshmallow, chi cerca di mangiarne pezzetti minuscoli e chi non riesce a trattenere smorfie di sofferenza. Date un’occhiata al filmato per farvi un’idea delle reazioni dei giovani protagonisti, ciascuna a modo suo buffa ed adorabile. [via The Presurfer]

Прежде чем приступать к конкретным действиям — будь то заказ услуг SEO-компании или самостоятельная раскрутка сайта — нужно: определить, чего именно вы хотите достичь и для чего вы начинаете продвижение TopOdin Studio

La ciotola giroscopica che non si rovescia

 

“Il giroscopio è un dispositivo fisico rotante che, per effetto della legge di conservazione del momento angolare, tende a mantenere il suo asse di rotazione orientato in una direzione fissa.”

E’ così che Wikipedia ci descrive il dispositivo sul quale è basata la ciotola qui in basso, che incarna la realizzazione di un sogno per i genitori di tutto il mondo.
E’ fatto noto come per un bambino molto piccolo sia impossibile introdurre più cibo nello stomaco di quanto ne lasci sul tavolo della cucina o sulla sua faccia e sui capelli di sua madre. In poche parole, è impossibile sopravvivere all’ora della pappa senza dover subire sistematici rovesciamenti di piatti e scodelle.
Ma le leggi della fisica possono venire incontro ai genitori disperati. La ciotola giroscopica Loopa in vendita su Think Geek è strutturata in modo tale da mantenere in equilibrio il suo contenuto: le maniglie ed i bordi della ciotola possono essere girati e capovolti, ma il contenuto non verrà mai rovesciato.
In vendita a 9,99 $ (13 €), la ciotola può essere lavata in lavastoviglie e può essere usata per bambini dai sei mesi in su. [via DVICE]

gyrotoddlerdish-thumb-400x468-23429

, Студия Topodin, Причины наложения фильтра Пингвин Поисковые системы активно борятся с любыми попытками влиять на результаты поиска, и Пингвин стал мощным ударом по продвижнию сайтов с помощью покупных ссылок

Un figlio immaginario per uscire prima dall’ufficio: il kit

 

Non trovate terribilmente ingiuste tutte le agevolazioni di cui godono i vostri colleghi che hanno un bambino? Non piacerebbe anche a voi poter uscire prima dall’ufficio usando un pretesto come “mio figlio ha l’influenza e devo portarlo dal dottore”?
Ma non avete mai pensato che anche se non avete un figlio vero potreste sempre inventarvene uno? Se avete iniziato un nuovo lavoro da poco, ed i vostri colleghi non vi conoscono ancora, dovete assolutamente approfittare dell’occasione per crearvi un bambino immaginario da andare a prendere dopo le lezioni di calcetto o da portare dal medico. Ma dovrete fare attenzione a non far insospettire il capo e i colleghi: qualcuno, ad esempio, potrebbe chiedervi perchè non avete nulla sulla scrivania che vi ricordi il vostro amato pargoletto.
Perchè la vostra truffa sia inattaccabile, vi converrà acquistare The Office Kid, il kit per chi fa finta di avere un figlio.
All’interno del kit, in vendita a 19,95 $ (circa 14 €) su eBay, troverete un manuale di istruzioni su come “introdurre” il vostro finto figlio nell’ambiente lavorativo, una foto del bambino incorniciata (ovviamente, è possibile scegliere tra diverse etnie), disegni e scarabocchi da appendere alle pareti e del materiale aggiuntivo non specificati.
Per 10 $ in più, inoltre, potrete acquistare un finto certificato medico su carta intestata oppure una foto ritoccata al computer nella quale comparirete accanto alla squadra di calcetto di vostro figlio; o ancora per 5 $ potrete comprare altri disegni. Gli ideatori del kit, insomma, hanno pensato proprio a tutto. Non vi resterà che godervi tutti i vantaggi del vostro figlio immaginario. [via Foolish Gadgets]

officekid1

Раскрутка сайтов в поисковых системах Главная цель нашей компании – увеличение Ваших продаж! Основным направлением деятельности компании Раскрутка 24 является продвижение сайтов в ведущих поисковых системах путем профессионального применения собственных методик внутренней и внешней поисковой оптимизации, итогом чего является приток целевой аудитории, то есть Ваших потенциальных клиентов продвижение сайтов в гугл

Mostri sotto al letto o mostri sul tappeto?

 

Quante volte, da bambini, ci siamo trovati a lottare con la convinzione che sotto al letto ci fossero dei mostri? Quando si è troppo piccoli per avere davvero sonno la sera, ma troppo grandi per dormire con la luce accesa, qualsiasi anfratto, qualsiasi anta socchiusa e qualsiasi angolo di buio si trasformano in nascondigli perfetti per creature mostruose e malvagie.
Molto spesso i genitori ignorano le richieste di aiuto dei loro pargoli su questo fronte, soprattutto quando vengono svegliati a notte fonda per terrificanti attacchi immaginari di mostri e Babau; ma forse il sistema migliore per poter dormire senza contrattempi non consiste nell’ignorare proprio figlio, ma nell’aiutarlo ad affrontare le sue paure con coraggio ed un tocco di ironia.
Per esorcizzare questa paura in particolare, non c’è niente di meglio del tappeto dei mostri in vendita su Jellio. Quando il tappeto viene sistemato sotto al letto, sebra che da esso spuntino decine di creature mostruose, ma i tentacoli e gli artigli in questo caso sono tanto colorati ed allegri che difficilmente un bambino potrà dirsene spaventato.
Il tappeto è in vendita a 1400 $ (997 €) ed è in lana al 100%. [via Neatorama]

boogiemanrug_lg1

, Студия Topodin, В настоящий момент у большинства фирм на рынке SEO цены зависят от числа запросов, которые необходимо продвигать

Il traduttore automatico di neonati

 

Non tutti ci sanno fare con i bebè. Se per pochi eletti è facile capire al primo colpo perchè un neonato piange, i meno talentuosi ed i poco esperti passano non poco tempo a chiedersi cosa si possa far tacere il pargoletto.
Se proprio non riuscite a capire cosa vuole dirvi vostro figlio, o se state cercando un lavoro come baby sitter e temete  che l’inesperienza non giochi a vostro favore, vi occorre un sistema per comunicare più facilmente con il bebè di cui dovete prendervi cura.
Il traduttore automatico qui in basso  è, almeno secondo i suoi creatori, in grado di analizzare e comprender il pianto dei neonati, e di rivelarvi quindi la causa di tanta disperazione.

bea5_why_cry_baby_analyzer_back

Il traduttore funziona grazie ad una tecnologia di analisi avanzata delle frequenze, e può scoprire in soli 20 secondi perchè un neonato piange. Sul display LCD del dispositivo, che risponde al pittoresco nome di Why Cry Baby, si illuminerà l’icona corrispondente al disagio specifico del piccolo: fame, stress, noia, sonno, o arrabbiato. A quel punto potrete intervenire con prontezza. Nella confezione, inoltre, è incluso un manuale che offre suggerimenti, indicazioni ed una dettagliata tabella dei sintomi da consultare alla bisogna.
Why Cry Baby funziona con quattro batterie AA e costa 99,99 $ (71 €).

bea5_why_cry_baby_analyzer

Уроки состоят из игр, сказки, творческого задания, сценки и рисунка topodin, 1 Проблема сбыта решается уже на ста­дии разработки политики фирмы

Il giocatore di biliardo più giovane al mondo

 

Keith O’Dell Jr ha meno di due anni ed è già una star: il piccolo, infatti, è la più giovane e sorprendente promessa del biliardo dei nostri giorni.
Appena ha iniziato a parlare, il nostro piccolo eroe ha dimostrato anche un’innata abilità per il gioco, e sembra divertirsi tanto che i suoi genitori hanno provveduto persino a costruirgli un tavolo in miniatura.
La madre ed il padre di Keith non sono troppo stupiti dalla passione di loro figlio, che fa pratica per due o tre ore al giorno senza bisogno di nessun incoraggiamento; i signori O’Dell spiegano che l’intera famiglia ha una certa passione per il biliardo, e che il talento del bambino appare loro perfettamente normale.
Keith ha, ovviamente, una preferenza per la palla 8, ma come potete vedere dal video qui in basso non fallisce nemmeno quando si tratta di imbucare tutte le altre. [via Neatorama]

Движение&raquo, мы рассматриваем как альтернативу подобным мероприятиям, Студия Topodin, отмечает второй день рождения В 25го апреля 2014 года компания TOPODIN, один из самых амбициозных проектов на рынке интернет-маректинга СНГ, отмечает двухлетие

I WotWots

 

Ad un primo sguardo, i WotWots potebbe sembrare solamente l’ennesima serie televisiva animata dedicata ad un target molto giovane, ma i personaggi qui in basso hanno almeno due peculiarità che li rendono interessanti.
Anzitutto lo show neozelandese è opera della Weta Workshop, il celebratissimo studio specializzato che si è occupato degli effetti speciali del signore degli anelli; in secondo luogo questa è la primissima serie televisiva per ragazzi con un tale abbondare di elementi steampunk al suo interno: vi basterà dare un’occhiata alla meravigliosa astronave a vapore in cui viaggiano i protagonisti per farvi un’idea dell’originalità dello show. [via Boing Boing]

Предоставлять им информацию, Оптимизация конверсий, Изменение тарифов Транспортная компания «Байкал-Сервис» сообщает об изменении тарифов на перевозку сборных грузов автомобильным транспортом по сети автофилиалов с 18 октября 2013г

Giappone: bambini contro zombie

 

E’ risaputo: quando gli alieni decidono di invadere il pianeta, attaccano per primo il Giappone. E così nel paese del Sol Levante arriva anche qualsiasi enorme mostro mutante, robottone e creaturina aliena pronta a donare superpoteri alla prima teenager di passaggio.
Insomma, i cartoni con i quali siamo cresciuti ci hanno insegnato che la maggior parte degli eventi di natura paranormale tendono a concentrarsi su Tokyo. Perchè non suppore, dunque, che anche un’invasione di zombie possa proprio dal Giappone? E’ quello che hanno immaginato i genitori dei tre incantevoli bambini che compaiono nel video qui in basso, che hanno ritenuto opportuno preparare i piccoli ad un eventuale attacco da parte di non morti.
L’intera messa in scena è stata architettata con cura, coinvolgendo anche un presunto reporter e persino i vicini di casa. Nonostante l’aspetto terrificante dello zombie che decide di fare irruzione a casa dei tre piccoli protagonisti, bisogna ammettere che i bambini reagiscono con grande prontezza e sangue freddo. E voi riuscireste a fare altrettanto? [via Geekologie, grazie Michele]