Nioi-Bu: il club degli odori

 

Non capita molto spesso, qui in rete, di sentir parlare di odori. Nell’asettico e sintetico mondo virtuale, l’unico odore che ci capita di sentire è quello che viene dalla ventola polverosa del computer, o tutt’al più quello degli snack e degli spuntini mangiucchiati che abbiamo accumulato sulla scrivania.
Ma anche su internet c’è chi agli odori, alle puzze ed ai profumi ci pensa: in Giappone è nata una folta comunità online attorno al senso dell’olfatto.
Nioi-Bu, il club degli odori, si preoccupa di catalogare e descrivere nel dettaglio gli odori sgradevoli e quelli piacevoli, ed agli utenti è offerta la possibilità di segnalare su di una mappa i luoghi dove è capitato loro di rilevare determinati olezzi o profumi.

attachment

L’odore più discusso dai membri del Nioi-Bu? L’odore di anguria, seguito a breve distanza dall’odore di casa di nonna e da quello di furetto. Ogni odore viene descritto accuratamente, ne viene segnalata l’intensità (con gradi che vanno dal leggero al molto forte) e vengono indicati sulla mappa i luoghi dove è stato avvertito.
E così Nioi-Bu vi segnalerà la puzza di gatto con l’alitosi a Kamakura, un odore di letame di mucca vagamente abbrustolito a Fujisawa, o del sapone alla verbena a Parigi. Una risorsa utilissima per tutti i nasi troppo sensibili.
Il prossimo traguardo? Kayo Matsubara, che gestisce il sito, vorrebbe poter implementare una “funzione olfattiva” all’interno del sito stesso. [BBC News, grazie Doretta]

schermata-2009-11-16-a-221510

Однако, практически все инструменты интернет-маркетинга дают непосредственный прирост трафика и конверсии, Студия Topodin, Друг, ты спросишь почему Я выбрал для начала Яндекс? Отвечаю: Нравится он мне

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *