Misa: la chitarra digitale

 

Sono ormai più di cinquant’anni che la chitarra elettrica ha rivoluzionato la musica moderna, e per quanto gli artisti di tutto il mondo continuino ad estrarre sonorità sempre nuove da pedaliere, effetti e distorsioni, forse è arrivato il momento di una nuova e più radicale fase di evoluzione per uno degli strumenti musicali più popolari dei nostri tempi.
Lo strumento che vedete qui in basso si chiama Misa e sarebbe, almeno secondo il suo creatore, il nuovo gradino nella scala evolutiva della chitarra.
Pur mantenendo l’aspetto di una chitarra, però, Misa è in realtà un elaborato controller MIDI basato su Linux, che sfrutta una CPU AMD Geode da 500 MHz. A rendere unico questo “controller”, però, non è soltanto la possibilità di modificarne il firmware a piacimento (proprio perchè Linux), ma è anche un incredibile touchpad 800 x 600 che sostituisce completamente le corde.

18jan10misayuv342

Alle coordinate x e y del touchpad si possono assegnare i suoni e gli effetti desiderati, e di conseguenza a seconda dei movimenti delle dita su di un’area precisa verranno prodotte modulazioni e variazioni estremamente ricche e complesse. Ovviamente il touchpad è dotato di un sensore di pressione: più forte si toccheranno le “note immaginarie” e più intenso sarà il loro suono. Sul manico della chitarra, invece, sono situati 144 sensori, sei per ognuno dei 24 tasti, ricalcando quindi la struttura di una normale chitarra elettrica.
E per quanto riguarda il look dello strumento? Misa sarà disponibile in nero ed in bianco, anche se per il momento non ne è ancora stato annunciato il prezzo.
Ad essere sincera sono già piuttosto ansiosa di ascoltare i primi pezzi composti per essere suonati con una Misa. [via Engadget]

Речь в данной статье пойдет об особенностях успешного продвижения сайтов в ТОП 10 Topodin, И вновь будем рассуждать не о сайтах гигантах, которые уже уверенно бороздят паутину казнета, а о тех, которые только начинают свои шаги, робко но уверенно пытаются пробиться к свету в паутине

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *