Mazinga e gli altri robottoni stanno per approdare al cinema

 

In Italia abbiamo imparato a conoscerli come entità separate e distinte, ma negli Stati Uniti mostri sacri come Mazinga, Goldrake, Vultus V, il meno noto Gaiking ed addirittura Godzilla ed altri grandi mostri del cinema asiatico sono tutti parte di una collana di giocattoli nota come Shogun Warriors.
E’ con questa premessa che intendo spiegarvi l’origine del teaser trailer qui in basso e dell’enorme progetto in cantiere a Hollywood. Sappiate solo che se dalle nostre parti un live action che includa Mazinga, Vultus V e Goldrake potrebbe sembrare improbabile, negli Stati Uniti la cosa non solo sembra plausibile, ma sta effettivamente prendendo corpo.
Il trailer in basso è per un film già in lavorazione sul sopra citato Gaiking, opera di Jules Urbach, il fondatore della LightStage che ha dato vita a Benjamin Button, ed all’inizio doveva trattarsi semplicemente di un cortometraggio.
Una volta comprati i diritti degli Shogun Warriors, però, Urbach si è lasciato prendere la mano ed ha iniziato a collaborare con un altro grande mostro degli effetti speciali degli ultimi anni, tale Matthew Gratzner a cui dobbiamo la Guerra dei Mondi ed Iron Man. Con un sorprendente effetto valanga, insomma, Urbach si è ritrovato dal girare un cortometraggio di sette minuti a dover fronteggiare la possibilità concreta di un film su tutti i robottoni di cui sopra (e quindi, a questo punto l’avrete capito, su Mazinga e Goldrake).
Il progetto richiederà una lavorazione di almeno un paio di anni, e non si hanno ancora notizie certe sulla sceneggiatora e sugli attori; ma la notizia interessante è che per girare questo live action si prevede la costruzione di modelli in scala reale (o quasi) dei robot protagonisti. Non siete già in estasi?
Cosa c’è da aspettarsi da un progetto tanto ambizioso? Se volete un parere della sottoscritta, il teaser di Gaiking promette già più che bene. [via I 400 calci]

Un pensiero su “Mazinga e gli altri robottoni stanno per approdare al cinema”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *