Le biglie come una droga?

 

Il video qui in basso racconta la storia di un’ossessione davvero insolita. Il protagonista di questo video vive in Belgio, ha 72 anni ed è ossessionato dalle biglie. La sua passione è iniziata a 12 anni, in spiaggia, quando si è dedicato per la prima volta a quello che per la maggior parte delle persone è solo un passatempo per bambini: le biglie.
L’ossessione però è cresciuta smisuratamente nel corso degli anni: oggi l’uomo ha dedicato un’intera stanza alla pista costruita per le sue 1500 biglie, e vi trascorre fino ad 8 ore al giorno, misurando la velocità di ogni corsa e classificando le sue amate palline.
Solo l’idea di dedicare tanto tempo ad un simile attività a molti di noi potrà sembrare estremamente noiosa, ma il nostro eroe dice di non annoiarsi mai, e di certo non gli si può dire che non affronta le cose con creatività: le sue biglie hanno persino un nome, stampato su una minuscola etichetta e fissato ad ogni sfera. Si tratta di nomi decisamente originali, dietro ad ognuno dei quali sembra esserci una storia, nomi come “Natasja la zia ricca” o “Felix la celebrità”.
Per quanto strana, ed almeno all’apparenza piuttosto noiosa, la dipendenza di questo appassionato è quantomeno estremamente inoffensiva ed anche relativamente economica. [via The Daily What]

Процесс оптимизации делится на две больших этапа: внутреннюю и внешнюю, Студия Topodin, Расширение круга постоянных клиентов, которые обеспечат вас стабильной прибылью

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *