Head Designs: trasformare la propria testa in un’opera d’arte

 

Nato a Londra, Philip Levine ha iniziato ad usare la propria testa come se fosse una tela nel 2006, quando ha iniziato a perdere i capelli. Non voleva conformarsi e radersi come tutti gli altri, ed è così che Phil ha pensato di fare del proprio cranio una forma d’arte attraverso la quale esprimersi.
I design della testa di Philip sono diventati ormai un cult nella Londra alla moda, un ambiente dove la gente fa a gara per essere originale
“.

E’ così che il protagonista delle foto qui in basso descrive se stesso e la propria arte. La descrizione, però, non rende giustizia all’originalità delle teste di Philip che, a metà tra il modaiolo ed il body artist, progetta pelate di tendenza con l’aiuto della bodypainter professionista Kat Sinclair.
Creando almeno un’opera d’arte al mese, Philip esibisce ora sul suo sito una ricca galleria di creazioni artistiche che ha indossato a testa alta (mi si perdoni il gioco di parole) negli ultimi mesi.

In questo articolo potete ammirare una selezione delle “teste migliori” di questo originale creativo, ma per rimanere aggiornati sui nuovi modelli di testa alla moda vi rimando al suo sito ufficiale. [via The Presurfer]

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.


Trovi altre fotografie come questa su Toonest

Данный вид продвижения целесообразно применять, если: количество представленного на сайте товара ограничено или нет необходимости продвигать все группы товаров (в противном случае можно использовать продвижение по трафику, Цена продвижения сайта в Москве и регионах,

Un pensiero su “Head Designs: trasformare la propria testa in un’opera d’arte”

  1. Poverino. Certamente è un trauma perdere i capelli. In fondo c’è anche chi si mette quelli di Cesare Ragazzi… che non costano poco, quindi perchè non una bella manciata di pajettes?

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *