Com’è la vita in una casa di LEGO?

 

Qui su Noantri abbiamo seguito per mesi le vicissitudini della casa costruita interamente con i mattoncini LEGO: dalla sua costruzione sulle colline inglesi all’inevitabile smantellamento, quando i costi di trasporto dell’intera struttura si sono rivelati esorbitanti.
Un vero peccato, perchè i volontari che hanno partecipato all’iniziativa, a cui ha dato vita il presentatore televisivo britannico James May, hanno lavorato davvero bene: la casa ha l’acqua corrente, dei servizi igienici, una spugna e persino un letto costruiti in mattoncini. Ma prima di archiviare la storia della casa di LEGO come l’ennesima stranezza che ci ha regalato internet, non siete curiosi di sapere com sia viverci per un giorno?
Proprio James May ha deciso di trascorrere una notte nella colorata casetta, scoprendo che, pur essendo il bagno attrezzato con acqua corrente, i lavandini in LEGO non sono esattamente a tenuta stagna (e l’intera casa non resiste troppo bene alle frequenti piogge inglesi), che la spugna di LEGO è abbastanza scomoda da usare e soprattutto che camminare a piedi nudi su un pavimento fatto di mattoncini è estremamente doloroso. Ancora più difficile, quindi, deve essere stato dormire su un durissimo letto LEGO. Nonostante le piccole pecche della casa,  May si dice deliziato dall’esperienza, e resterà probabilmente molto a lungo l’unico essere umano ad aver trascorso una notte in una casa giocattolo. [via Gizmodo]

Сайт с качественным контентом интереснее посетителям, привлечение которых и есть цель любого интернет-проекта topodyn.com: Раскрутка в Google Maps ess Centre, который даёт возможность зарегистрировать компанию и отобразить её место положения в результатах поиска

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *