Amore a due dimensioni: l’uomo che ha sposato un cuscino

 

In Asia gli dakimakura, anche noti come body pillow, sono un nuovo trend sempre più popolare tra gli otaku. Da qualche anno, infatti, questi speciali cuscini oversize, rivestiti di federe sulle quali sono stampate le eroine di anime e manga, sono un must tra i lettori di fumetti ed i collezionisti più accaniti, che li usano per tenere a bada la solitudine creandosi l’illusione di abbracciare qualcuno tutte le notti.
Se alcuni considerano un body pillow un semplice riflesso dell’interesse verso un particolare manga, altri prendono piuttosto sul serio la relazione con la propria amante di gommapiuma, non separandosene neppure in luoghi pubblici.
Lee Jin-guy, un ragazzo coreano di 28 anni, con il suo dakimakura fa davvero sul serio, tanto che la giovane coppia ha celebrato le proprie nozze pochi giorni fa.
L’immagine sul cuscino di Lee Jin-guy è Fate Testarossa, uno dei personaggi della serie animata Mahou Shoujo Lyrical Nanoha, e per l’occasione l’uomo ha persino comprato un vestito da sposa alla sua dolce metà.
La coppia si è scambiata i voti davanti ad un prete e la stampa coreana non si è fatta sfuggire l’evento, che ai lettori di Noantri ricorderà le vicende dell’otaku che ha sposato il personaggio di un gioco per il Nintendo DS sull’isola di Guam, dove qualsiasi matrimonio è consentito.
Ma se nel caso di Sal9000, il giapponese in questione, l’ironia della celebrazione era evidente, nel caso di Lee Jin-guy il matrimonio è stato preso molto più seriamente. Secondo gli amici dell’uomo, infatti, Lee sarebbe completamente ossessionato dal suo cuscino, e lo porterebbe con sè dappertutto, persino al parco dei divertimenti o al risotorante.
Mi chiedo come abbia fatto il body pillow a dire “lo voglio”. [via Boing Boing]

Так это или нет – тема для отдельной статьи или очередной священной войны, не буду ее тут касаться, Студия Topodin,

2 pensieri su “Amore a due dimensioni: l’uomo che ha sposato un cuscino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *